Coq nul travesti dominatrice

Do you understand Capite V Italiano? Why dont'yon learn Perchi non V ifri' it? I -will learn it by- V imparerd quanta and-by. The Itahan language La lingua Italiana is very easy. They talk of peace. Si parla di pace. They talk of war. Si parla di guerra. Be so kind as to Abbiale la bontd hear me.

She is a fair beauty. What a fine shape! Let Siete voi stanco? Is the gentleman at II signore h in home? May one speak to Si pub parlargli? A, asks for II signer A. I shall take care of Prendero a cuore your business. As for my part, I la quanto a me ho am very hungry. I wonder at it. Do you call that E questo lo ckia- eatinff no supper mate non cenar at all? I am used to eat a Sono solito a fare hearty supper.

S09 He is but just up. Let us make some Facciamo del thi, tea and coffee. The water is boiling. Tour coffee is too II vostro caffh h strong. The tea is mighty II thh e eccellente. Do you sugar it? Every one to their Ognuno ha il sue taste. With all ray heart. This soup seems to Questa zuppa mi me very good. I know that you lore So che vi piace la soup. As for my part I Pef me non amo don't love soup at punto la zuppa. Eat of this boiled Mangiate dl questo meat.

Tou do not eat. The fricassee of chic- La frhassea di kens is very nice. You don't seem to Non pare che vi like it much. Be so good as to cut Abbiate la bonti that turkey. Don't you like that Vion pi place quel wine? That's a very fine Quello i un beL, desert. Let's go a walking, Andiamo aunque tlien.

It is too bad weather. These two gentle- Questi due signori men will play at giuocherdnno a piquet ; they Kke picchetto, so che it, I know. We won't play very Non giuocheremo high. I am the most unfor- Sono il piu sfoV" tunate in the world tunato del monda at gaming. Who is to deal? The gentleman is to Tocca al signore. Shuffle the cards Mescolate bene le well.

I cannot, I must go iVon posso ; devo to the ball. I wish you merry. You may take post- Potete prender ca- horseft. Why do you come Perchk venite cost so late? You got up 4his Voi vi siete leaato merniog too late. It is too loog and EUa k troppo lunm too hard. It is full of fanlts. You read too fast. F'oi leggete troppo presto. Have you looked for Avete cercato queU that word? I found it open. What does that Che importa?

I have neither pen Non ho ni penna nor ink. The ink is good for U inchiostro non nothing. The pen is very bad. La penna i catd' vissima. Cannot yon make a Non sapete tempe- pen? This is a good one. Si burla di me. He pulls me by the Mi lira pe' captlli. Come hither both Fenite qui tuHi e of you. Yes, I will, I assure Lo sard certamen-' you.

So much the better: Vherehaveyoubeen Dove siete state di8 this long while? We have been these Sono due mesiy che two months at a siamo in villa. How do you pass Come passate it avfSLj the time? I bestow part of it Ne consacro una upon books. What do you hunt? How do you like Come vi place la fishing?

We are too great a: Molto polentieru Let us go imme- Andiamo subito. There is abundance C h moUUsima of people. I have that honor. Let VLB go home. Do you think we Cnedete voi ehe can go. Addioy signoru I wish you a good Vi auguro un buon journey. At the sign of the AlV insegna del White-Horse cavallo bianco.

Near the new Vicino alia chiesa church. Where is the ostler? What will you give Che ci darete da lis for Slipper? Give us some pigeons. Gentlemen, are you Sono le signorie satisfied with your loro soddisfatte supper? Yes, but we must Si, ma ora bisogna satisfy you too.

What have we to Quanto dobbiamo pay? Tou ask too much. As yon please , Come place alle gentlemen. Who knocks at the Chi picchia alia door? Siete ancora in letto? Open the window, Aprite la finestra. How loath I am to Quanto mi rincrs" rise. I was fast asleep. You see I am rising.

Vedete cK io mi levo. Somebody knocks E picchiato , ve- at the door , see dete chi h. Let him come in. Where are my gloves, Dove sono i miei my hat, and my guanti , il mig sword?

Brush my cloaths Spazzolate bene il and my hat well. Now I am almost Ora son quasi proU" ready. Do you bring my Avete portato il suit of clothes? Tes, Sir, here it is. Spero che le please you. It is too long. That is the fashion. It is not made yet.

I did not expect so Non mi aspettavo much work, and tanto lavoro , e a24 other people will gli altri vogliono be served as well esser serviti as you. Sir, you shall have y. I' avra do- i t to-morrow. I pass my word for Le do parola. Bring your bill to- Domani portate il morrow , aad I vostro conto , e shall pay you. Ecclesiastico essendo stato privato del suo uffizio sotto il regno di Giacomo Mol- tissimi credettero ch' egli volesse farsi promotore d una sedizione: Sully, che pensate voi della vostra religione; ora ch'ella h ab- bandonata da' medici.

Un belio Spirito Italiano, a cui era stata accordata una grazia, ma tar- di , e dopo molte preghiere, disse: Ua uomo di spirito iosultato da ua gentiluomo ignorante, che coDtinua- njenle vantavasi della sua nobilta, gli dis5e: Signore, io credo la vostra ge- uealogia assai piii antica che oon i CI edele voi stesso: Direi ch' elia fosse prima d'Adauio. Vedete voi che bel cavallo ha quel prete?

Vo- glio scberzare un poco. In verila, rispose il prete, questa era la mia intenzione, ma ultimamente tanti asini sono stati fatti giudici, che un povero prete, anche volendo, pu6 dif- ficilniente trovarne uno per cavalcarlo. Fu appena elctto Papa, che cominci6 a camminare assai piii diritto di quello che i non avea 2 fatlo per lo innanzi. Ua Predicatore avea grandemen- te annojato tutta Tudienza 2 col pre- dicar le beatitudini. Una Signora gli disse dopo la predica: Beati coloro, che non era- no alia vostra predica.

Menage celebre scrittor france- se teneva una mano di Madarna di S. Quando V ebbe lasciata, Mr. Gli disse aver osservato , cb' egli era un uomo assai rare , e che S. Michel Angelo nel quadro del 1 Ispagna iaitead of Spagna, See p. Pretendeva che la sua fi- gura fosse immediatainente tolta via dal quadro. Ma il Papa, gli rispose. Al suo ritorno tuiti andarono a trovarlo spe- rando ch' egli avesse recato quanto gli ayevano ordinato: Duaque ho fatto invaoo taa- te spese per la tua educazione?

Nel medesimo tempo comincio a batterlo fieraniente. Ho imparato a soflTrir pazientemente la collera , e i cattivi trattamenti di mio padre.

Una donna ricorse una volta per una sua lite a Filippo re di Ma- cedonia in tempo che era ubbriaco , e mezzo addormetitato dal vino. Es- 6endo stata da lui ingiustamente con- daonata, disse che voleva assolutameute appellarsi ; ed a chi? Da Filippo ebrio , e sonnolento , soggiunse la donna, a Filippo sobrio, e svegliato. Fra tatte le nazioni gli Spa- i Pel cantracted frond per iL gooli son qaelli, cbe hanno piu no- aii degH altri. Finamiea- te r uffiziale gli comand6 di batler la ritirata.

Voltaire avendo composto una mordace satira contro un nobile fran- cese, questi 2 incontrandolq di notte in una strada remota , gli diede per 1 Aooording to graminatical rules it ought to be il cAe, bat our best aathors oftener use?

Quando egli seppe ch' erano neir anticamera: Enrico avendo de- terminato di mandare a Francesco una dispeltosa e pungente arabasciata , scel- se a tale eflfelto Tommaso Moro , suo cancelliere.

Un Signore cenando a un'oste- ria in una piccola ciltli , quando fu sparecchialo , Toste gli domando come gU era piaciuta la cena. Benissimo , rispose il genliluomo , - ecco uno scellino, ma possa io morire se v' h nel mondo un piii gran pazzo' deir oste eccettuato il signor goveV'- natore. Una moglie mallrattando un giorno il marlto per la sua disposition mercenaria, ed interessala, gli disse, fra le altre espressioni oltraggiose.

L'im- peratore avendolo aaputo a and6 al cu- rato un bellisaimo regalo, ma il papa lo puni severaitiente. Ci6 detto, lo po86 in coverta: Supplico dun- que V. E cer- to che la profession di cavallerizzo h una delle pill pericolose y ma quale h piu pericolosa di quella della guerra? Continue il gcntiluonio a domandargli di suo padre, e la riipo- sta fu presso a poco la stessa.

Signore , come morl il vostro aye? Nel auo letto, replied U gentiluomo: Resto intanto pieno di stima, e di cordiale amicizia. Ma la nostra com- pagnia non vi dee a per avventura esser piacevole come qualche altra in Bologna. Paziensa I lo non voglio per questo rimanermi dal farvi ua secondo invito, seguane che pu6, Viene lo ster- zo a Bologna stasera 3 ; e lanedi o martedi sarli di ritorno a noi. U Abate Metastasio al Cavaliere Adami.

Non mi trattengo molto neir eccessi- ye espressioni di sUma delle quali Y. Antonio Perrigo alia Signora Angiola Gozzi. Vol mi domaodate quel ch'io fo ia Ferrara. Qui non conosco persona ; qui non ho che fare. Scrivetemi, e stale Sana. Duoimi sentire che voi non abbiate potato otlenere quel Segretario che tanto desideravate.

Adoperiamoci quaiito possiamo per oUenere quelle, che crediamo abbia ad addolcir I'amaro di questa vifa: La bella occa- sione che vol mi avete data di far qui pompa d' ottima morale! Voglio per6 astenermene sapeudo che voi aiete di animo forte , e atto a portarvi i in pace ogni rovescio, ed ogoi traversla. Non t' abbandonare air affanno, Ga- leotti mio. Se tu vuoi piacergli da lode al Signor Die del suo avcrlo tratto a se ; e locatolo sur una di quelle sante sedi promesse a cbi dabbeoamente vive com' egli Tisse.

Statti 2 bene, e non mancare di tor- nare a me, e agli altri amici quest' altra settimana alia piii lunga. How erer staiti is more energetio. Si scrivevauo amicbevolmente tra lore: Bisogaerebbe easere insensibile alle bel- lezze della natura per noa easer colpiti dalle immagiai che i gran poett espoa- goao alia nostra viata.

Avvien della poesia come de' buooi atrumenti , i quali non Toglion esser trattati che da mani mae- atre. Se tutte le vostre poesie son come quelle che m'avete mandate, applaudi- 8C0 al genio che vi ha reso poeta.

Tradotta dalle Lettere Persiane. Si dice che Tuomo h un animal socie- vole. Potrebbero essi riparare agli occbi dello straniero il guasto cagionato dalla peste, o dalla carestia. Si diaputa nelte scuole se il medesimo corpo possa trovarsi nel medesimo tstante in diversi luogbi. Niano potrebbe cavar loro di ca- po, ch' egli h ua dovere delle persone ben educate yisitar tutti ogni giorno iu particolare, oltre le visite generali ne' luoghi ove tutti radunansi 3 perchi questa essendo una via troppo breve h riputata un nulla nelle regole del lor ceremoniale.

Fanno costoro assai piu danno alle porte col picchiarvi si spes- sOj che i venti, e le tempeste. In sei mesi di tempo ho scorso la Spagna, e X FortogallO ed bo vivuto fra un po- polo che disprezzando tutli gli altri fa solamente a'Francesi Tonore di odiarli.

La gravity h il carattere priocipale di queste due nazioni, e palesasi partico- d6o larmente in dae maniere cioi con gli occhiali, e con le basette. Quanto alle basette , son esse cosi rispettabili che un famoso ge.

Essi r accettarono prontamente, ed egli dopo qualche tempo onoratamente le riscosse. E facile a congetturarsi, che popoli cosi fravi, e flemmatici debbon esser super- i, e realmente lo sono. Ho dunque ricevuto il libro, cioe la Clelia del Metastasio, e Tho letta immeaiata- menle, percli6 mi morivo proprio della voglia di leggerla.

Questa sua Clelia, per vero dire, noa ha quella medesima for- za del Tito, e del Temislocle: Vostra Eccelleaza pero, luflgiy dall'usarequesto costucne con me, a k ricordata di me e del libro, che le ave- vo chieato, e me Tha prontamente ape- dito, come ae io foissi stato nh piii nh meoo che ua pari sue. II costume degli uomini di gran prosapia, locati in posti luminosi, cari.

E chi non rimane sorpreso dell' in- Segno del nostro Metastasio nel consi- erare in quanto poca parte di lingua, e d' affetti la poesia sua sia per forza circoscritta dalla musica? Ho indu- giato an giorno a acrivere per veder di trovar qualcbe cosa. Ella h an bene senza di cui 1' unmo nun pu6 starc y e mille beni a' hanno da quella. L'amico h an eom- pagno della vita. It mky be iitterally tranf ated. Le amicizie giovanili fatte da on genio subitaneo , e chc consistono nel pia- cere, presto saziano, e syaniscono.

V at- tendo in breve. Sono obbligatissimo a V. Uliua, cb' ogni di spesse bate anch' ella mi toroa a mente doq essendone mai partita. Torneri a Parigi subito ehe vi sari ella tornata. Fianto di bella donna. Un allro , che era vcnulo. Alloggiai la pri- ma settimana in casa d' uno , che ini preg6 di disporncy come se fossae mia propria.

Fui cosi sorpreso della sua gratitudine , che non potei fare a meno d'esclamare ,h e qual e mai quel servizio fatto da an uonio che possa obbligare un altro per tutta Teter- nit4! La prima Tolta cbe andai a eorte uno di que' gran personaggi mi fece rimaner sbalordito col domandar- mi diecimila perdoni solamente per avermi calpestato per mero accidente on piede. Nod so come far6 a negoziare cob?

Tn ti daresti a credere 2 , ebe qui tutli siao niedici , Hientre la prima domanda cbe fanno k sempre , How do you do? Questa h uaa do- manda cbe mi vien fatta almeno eea- to volte al giorno.

Che mai non mi fate voi scrivere , e dire per piacervi? II parnaso h pieno del vostro nome. Gontentatevi di rasserenare il vostro volto , di sorridere su questi miei ver- si, e di comandar alle yostre gentili coHere di dar luogo ai teneri seati- menti. Prendetemi, come per natura e per consuetudine io mi sono.

Getto la penna, non m'ap- presso al tavolino , qiiando vaghezza di riposare , taleato di non far nulla mi pigliano. Non ispero che in qiieste reliquie del cadente Garnevalc mi vogliate ono- rar di risposta. La star6 attendendo in Quaresima.

Nulla di piii ammirabile che un SU0I0 il pii! Ma Qon sari questa V unica cosa che la. Vi troverSl le acien-i ze familiari ancbe al bel sesso , che produces! Andri quasi in estasi nel rimirar la Basilica di S. Paolo di Londra , ed al tempio stesso di Salomone. Qui k do- ve Rafiaello et Michel Angelo ora in una maniera terribile y ed or' amabile banno.

Se a caso egU fesse ia furore, vedrJi uscir dal suo seno dei torrenti di fuoco che maer atosamente ai apandono per le cam- pacne. Al ritorno paaserli per Gaserta, che per li snoi ornati, marmi, eateosione, ed acquedotti, degni deir antica Roma, pn6 dirsi la piii bella. Vi si vive come a Parigi, e tutto spira ud' aria di splendidezza. Situate in mezzo di un lago deliziosissimo presentano alia vista tutto ci6 che di piii ridente t magnifico trovasi nei giardini.

Vi si osserva ua porto famoso pel suo commercio e per r affluenza degli stranieri ; vi si vede nn doge che si cangia appress'a poco siccome i superior! Torino finalmente residenea di una corte, ove da lungo tempo abitan le virti! The Quatemarii are dif poaed io two different mannera. The one when the iirat rerte rhymea with the third and fifth, and the aecond with the fourth and aixth. It il only allowed in poetry. Tu che vedi i miei mali indegni ed empj. Tu iai beoy che ia altrui aolt bo speranza Sonetto del CaQalier Mariao.

Apre rnbmo tnfelice, atlor cbe oaice la quesla vita di tniierie piena Pria ehe al Sol gli occhi al ptanto, e aato appeaa Va prigionier fra le teaaci faKe. Quante poscia sostien tristo e mendico Fatiche, a morti infiochi cnrvo , e lasso Appoggia a'debil legno il fianco antico! Ghiude alfin le sne spoglie angiuto sasfo Ratto cosi che sospirando 10 dico: Dalla cutla alia tomba k mn breve passo.

Non fti ricorda del mio amor cosCei, Io mi ricerdo di quel bacio ancora. Sopra il ritratto di RafTaelle ch6 quest! Ifi te Tedrei del non tao ferro cinta Pugnar eol braeeto di straniere genti, Per fervir aempre o viBcitrice o Tinta. In lor, folle ch'io ton, prendo tal parte, Che del mal che ioTentai, piango e uii sdegno. Ma forse allor che non m'inganna Tarte, Piu taggio io iono? Deh tUf Siguor, quando a destarmi arrivo. S'ode raomiDzio intanto, e che s'appreiUi Miterabile strage al popol loro.

A lei che generota k qoanto onesta Yiene in pensier come talvar costoro: They are the same' at those osed in the Sonnet: Natra, ei le dice, i] totto: I DU for dUde or detu.

Sol consigliera, e tola esecntrice. Drinqne in te tola ripiglk eoiui Cadera V ira mia ve ndicalrice. Poi le dimanda ov' bai V iraroago aacosa? Cosi almea dod potra piu violarsi Per man de' miscredenti ingturiosa: Signore, o chiedi il furto, o il ladro chiedi. Don Tedrai in elerno, e questo il vedi.

Non iperi piu di ritrovar perdono Cor pudicOy alia mente, o nobil volto: Siringon le molli braccia aspre ritorte. Ma pnr oommosso alqoanto e il pelto forte: Non usurpi costei Ic pene roie: A che ne vieni, o misero innoeente?

Non son io dunqne senza te possente A soslener cio che d'un nom pa6 1' ira? Credasi dice ad ambo, e quella, e qoesti Vinca, e la palma aia qiial si coaviene.

Indi accenna ai aergeati, i quai ion presti A legar il garzon di lor catene. Questo dunqne e quel laccio, ond' io sperai Teco accQppiarmi in compagnia di vita?

In me fuor mandi gJi ulh'mi sospiri. Cosi dice piangendo, ella il ripiglia Soaveroente, e in tai detti il contiglit. Che oOQ pensi a tue colpe, e non rammcnti Qual Dio promette ai baoni ampia mercede? Soffri in suo Dome, e sian doici i tormeuti, E lieto aspira alia ioperna sede. Mira il Ciel, com' i bello, e mira il sole Ch' a te par che n' inviti, e ne console.

Qui il vulgo de'Pagani il pianto estolle, Piange il fedel, ma in voci assai piu basse. Tu sola il diiol comun non accompagni, Sofronia, e pianta da ciascun non piagni.

There is also aoother sort of Stanzas, called QuaHa Rima. La pioggia, e il sol sulle rugose fronti Battean sovente, tna il disagio istesso Oli rendcTa a soffrir stabili, e pronti. Indi pill d'an ti Tide insierne accolto Solo per ema del potera altrui, Cui iero idegno il freno avea disciolto.

Poi, per aprir ciascuno i tensi iui Con la lingua accennava il suo parere, Che fa il modo primiero offerto a Ini, Percbe tente ciascnno il suo potere. Come il piccol fanciullo appena k nalo Ne dimoitra col dito il luo volere. Scberza il torello alia lua naadre a lafo, Ed appena spunlarti il corno tente, Che. E ciatcnn componendo il tuo toggiorno Per ticnrezza i lor tngurj uniti Cinter di fosse, e di muraglie intorno. Onde per ritrovar pace, e ristoro Fu dttopo esser soggetti a patti tali Che del cotnan voler tmroago foro l.

II Saggio yive sol libero appieno, Perche del ben oprare 11 seme eterno Deir infinito trae dal Tasto seno. Egli discerne -col suo lume interno Che da una sola idea sorge. II dotto e quel ehe solo a gloria attende, Qaal k colui che di Febeo furore Tra 1' alme Muse la sua mente acceade. Coiue Socrate ii saggio ognor n'audita, Che per non violar le leggi sante Sparger si conlento Tanima ardiia.

Che in qaesta spoglia che ii goder ci fura, Colui la propria Tila ha piti disteso, Che non dai giorni il yiver sac misara. Ma da quel cha conobbe ed ha compreso. Fersi sciolti tratti dal Pastor Fido del Gutfrini. The present species of verse was taken from the same: Cosi nemico airaom fu sempre araore. Non altrametite Amor; che se ta '1 miri In dao begU occhi, in ana treccia bionda. Ma hen iosto d'esgervi Si pentiranno. Of this nature is Annibal Care's siranslation of the following line of Virgil, Exanimiique tremens jtrocmmbit humi fros.

Ridonsi donne e GioTani emorosi, M' accostandosi altorno. Dinne se la tna ipeme sia mai. Cosi mi van burlando: Altri rivi ftipettano, ed altre onde Nelle cut Tcrdi spoade Spantera ad or ad or aHa tna cbioma L' immortal gaiderdoo d'eiemc froodi. Percbe alle spalle Cae toTerchia aoma? Canzon diroui, e tu per me ritpoDdi: Dice mia Donna, e '1 tuo dire h il mio cuore. Qaeita h lingua di cui si Tania amore. SceUa di alcuni passaggi del Metastasio.

Al par d'ogni altro Domar non ai dovrebbe? Qoanto ha di ben la terra Alia Gloria si dee. Alia morte il terror. Dilata i Regali 1. Si Tedria i che i lor iwnict Hanno in seno: Qoindi poi siamo Si contenti dt noi; qaiodi snceede Che Urdi il beo, tabilo U ma!

Ibidem — — Qaando il coslame Si convene in natura L'alma, quel che non ba, togna, e figara. Sogna il goerraer le sebiere Le telve il caeciator; E ftogna il petcator Le retiy e ramo.

Sopito in dolce oblio Sogno pnr io cosi Colei cbe tntto il di Sospiro e cbiamo. Atto L Scena V. Son le follie diverse Ma foUe e ognono: Ogoi diletto ii scoglio: Perchi bramar la vita! Treroiam fanciolli D' an gnardo al minacciar. Siam gioco adoiti Di fortuna, e di amor. Gemiam canuti Sotto il peso degli anni. Or ne tormenta La brama d'ottenere: Ombre, deliri, Sogniy follie son nostre care: Sk loniinoso il fine Del Ti? Qaal monbonda face Sciotiilando s' estiogna. ITinaestrOy 2 the masier.

I maestriy tfie tuaaten. Dei, or de' maestri, of tfte nuisters. Alio sdegno, to the finger. It is often conjugated as follows , and especially in poetry. Accensi ed accenae , with Abborrire seotj Accorgersij to perceive. Ad- durre Addu-rre , to iring, to al- ledge 4. CO, ci, ce, oiamo, cete cono 3. Per Hon trouaryi i duo bei Iwni accensi. Giungere Adhere, a verb used chiefly ia poetrYy and only ia the tlilrd person singular of the present tense, viz.

Uccidcrc Andare, 2; to go 4. Vedere Appa-rire, to appear 4. Tenere Appendere, p, Sospendere AppUudire, u. Abborrire 4 Ancidere if nther a poetical expression. E se un tempo V ancide alfiae U sana, Pastor Fido. In the second person singular of the imperative taood, we double the f, and say vattene, and sometimes ifanne, especially in poetry.

Its compound tenses are form- ed witli essere. Ridere Arrogere, to add, a defec- tive and poetical verb 4 Ascendere, k Scendere Asco-ndere, to conceal 3. Scrivere Asper-gere, to sprinkle. Abborrire Assi-dersi, to sit down Risolvera Asstt-mere, to assume S. Cingere Attor-cere to twist 3.

Volerc Cade-re, to fall i. Imperii sonal verb 3. Veairo Co-gliere , or Corre , to gather A, glio, otlgo,gli, glie, gliamo, gliete, gliono or Igono 3. In, gliesti, Ite, glieni' mo, eliesie, Isero 4. Colere, an obtolete and de-. TJngere 3i3 Conce-dere to gratU 3. Fondere Gono-scere, to htow J. Assistere Gonstruire, like Gapire R. Al loco tonto Che per te coruacrato onoro, e coin.

Cupidamente ella conceme e figHa. Leggere Co-nere, to run 3. Aspergere Costringerei y, Stringere Cre-scere, to grow bhi, scesti, o6e, soemmo, sceste, bbero AiBggere Cu-cire, to sew 4. Coprire Dare, to giW 4 4. Porre Dereiinquere, tojbnake 4 Deridere, u. This Terb is used only in poe- trj 2 In prose we com- monly use desiderare, or bramare, -which are regu- lar verbs.

Cadere Dicere obsolete u. Gogliere Disciorre, a contraction of Disciogliere Disconvenire, y. Giungere Dismettere, u, Mettere Disparire, u.

Prendere Distin-guere, to distinguish 3. Tenere Dived ere, y. Leggere Eliccre, to draw 5 Eludere, p, Chiudere Emergere, u. Assistere Ef D-ellere ; to expel 3.

Fare Fare, to do i. Cingere Fondere, to melt 3. Mettere Fran-gere to break 3. Dormire Gia-cere to lie down 4. Giungere Gioii-gere, to arrive, or join 3. Correre bicrescere impersonal verb p. Inp durre Indurre, y, Addurre Iiifingere, y. Abborrire Lasjare, to leaue.

A regular verb, which is frequent- ly used in poetry instead oi' Lasciare Le-dei'ey to offend 3. Licere, to he tawfd, permit" ted, etc. Aspergere Mettere, to put 3. Ascondere Negare, to deny 4. Negl-igere, to neglect 3. TtUDCo, ci, ce, ciamo, ce- te, cono 3. O fir ire OflVire, M. Abborrire Oli-re, a defective verb 2.

Jo, ri, re, jamo, rete, jorio 3. J a, ja,ja, jamo, hate, jarto 7. The com- pound teases are formed ivith tlie auxiliary verb essere Partire, u. Its compound tenses arc formed with estere, and is conjugated Wke dormire Per-cuotere, to strike 3.

Assisiere Persua-dere, to persuade 3. Scorgerc Porre, anciently Poiiere, to put 4. Seclere Po-tere, to be able 4.

Prouiuuvcre Prom uov ere, u. Corre, or Co- gliere Prose riv ere, u. Raggiuoge- re Ragginngere, v. Aprire Riardcrc, u, Anicre Riavercy v. Pone Riprendcre, v Prendere Itisapci-e. Dormire Risul-vere, to resolve 3. Vivere Ri volgere, v. Uscire Ro-dere, to gnaw 3. Sappi, sappia, sappia- nio, sappiate, sapJMono 6. Isi, gliesti, Ise, gliem- ' mo, glieste, Isero Volgere Sinuovei e, v, Muoyere Scoprirc, u.

Frlggcre Scri-tere, to write Socgiacere, v. Pereaotere mo, lete, siiono Medeve, to nt down. Aspergere no, or tiedano oommettere, tf. Vivere seguoHO, or sieguoHo. We may likewise say, lo sorio solito, lo era solito, and so oa through all the tenses. Convertire Spar-gere, to spread 3. Volgere Stringere, to biiidjoMt ii.

Cingere Sveilere, or Sverre 3. Prenaero Te-iiere, to hold 2. Trarrc Tra-rre, to draw ys Preso dal nuoiH canto stupe, e site. Volgere Va-lcre, to he worth 4. It, le, ghiamo, lete, fUiofio 3. IL glia, gliamOf lete, gtiatto 6. Oividere Udire, to hear 4. Dormire Vigere, a deiective verb 4. Mirata da ciascun passa e non mira. La Bella Donna e innanzi al Re sen yien Tawo. Vi-vere, to live 3. Uogere Un-gere, to anoint.

Vol gere, to turn 3. You did not learn the alphabet. He was firmly of opinion, tluH if the kioff should come to the knowledge of it, he would undoubtedly order him to be put to death. The young woman seeing that the hour was late, although the words of tne old man frightened her, said, etc.

I rebted every circomstanee to him, as to time and place. Come, e percKb, etc. How and why art thou come here? What ought I to do? The soul being departed from ' ner beautiful body. In abito , etc. In the Jrefs of pilgrims, wcU provided with money and jewels. He ordered them both to be taken by three of his servants.

I sliatL take yon to her; and I am ceruin that she will recollect you. O Hi che, etc. O thou who art spending thy precious years and hours in vain studies. The pope ordered, that the wedding shoufd be solemnly celebrated.

Ecoo it Jin de'malwagi, etc. God suflers them to be happy for a time — Praise to the great God, who oppressed bis impious enemies —. La Bernardo Capel, etc. It is a dangcrons thing to trust ourselves to those who are stronger than we.

Tilings ill done , and done a long while ago, are much easier to be found fault with than to be amended. He is more jellow than white; it is better late tlian never. EUe ti vorreblion , etc. They would commit themwlvea quite alive to tbe flames. Sarrowful to excess, joyful beyond measure, happy without end. Tu tei un bel, etc. His grief would move a stone to JVojs e vera pietade, etc. That wluch she manifestt it not true pity, but cruelty.

E V ester da fe, eu. Provinces and kings think it a glory tu be conquered , and subdued by thee in war. SI ohe 4d mio. So that anger may gi? CMe te hen dritto , etc. For if I judge rightly, these transitory goodt are nothing eUe but evils. Come I miwitn, etc. When he saw the officers intent on their cruel duty , he rushed precipitately through the crowd. The splendour struck the ejref of the two brothers.

He worthy of her, and slw worthy of him, nor ever were two people more happily joined together. Love inflamed by breast for twenty one 3fears.

To the honour of him , by whom ail tliioiu liave their being. Chi per tatUe, eU. Can we now fear that he will abandon us, who has guided and conducted us through so many unknown and barren deseru? Now be governs the staza at bat will, and we art accomitMl rcbeUioni sooJa. Therefore they commilted to him the entire care of the army. He began to signalise him- self, etc. I see the best, vnd follow the worst. Then shah see Italy and its honour- ed coasts.

You promised me to let me speak with your wile, nnd you hai've nude me speak with a statue of marble, j? Xfttdi donna f etc. What woman shftll susg, if I do not sing?

Cet ns do all that it is in our power to do. They will run to onr- hoa- ses, and steal Irom us what we have. II tnandarlo fuori, e c. To send him omt of our house so infirm would be a conduct Tcry blame- able in us.

For with him that hope diall ddl which made us frantic so long. You speA the Italian language weU, iVoi siamo, etc. We have been to see the eallerj. Now the time comes, in which I shall be able to shew th ee p lainly whether I love thee.

Quando di venir, etc. When it may please yon to come, she will wait fur you at her house. May heaven rejoice 9 where lit k gone. And be was quite wrapt np in hiniDelf. Cominoiano a cantare, etc. All clothed in albs and copes with books in their bands, and with cros- ses before them sinaiug, with great ceremony and solemnity , carried him to the church. Per io comwt berte, etc. For the common good of the republic, they declared him their king aod their lord. He had three children, and loved them all equally.

WiU then all my days , sister, be thus gloomy? Dal conte Attone nacque numerosa piole a ed il primogenito fuTrasmondo. Digitized by 68 i suoi giorni; dopo essere asceso al seggio duca- le di Spolelo e marchesato di Camerino. Infatti Lan- dolfo, accorso in Capua per ispegnere la sedizio- ne, mentre usciva dalla ducale chiesa di s. Tranquillizate le cose di quella pro- vincia, fu assunto al governo del ducato di Spo- leto, essendo il quarto di questo nome nella sua famiglia.

Attone conte dei Alarsi i ebbe in fi- gli il conte Berardo 3 , il conte Raniero e Lo- tario 3. DI questa numero- sa prole soltanto Berardo e Crescenzo ebbero suc- cessori, giacché ninna menzione si rinvenne di Teudino e di Rinaldo seniori, ed Alberico e Sigi- nolfo furono onorati della dignità vescovile dei Marsi stessi 5.

CeiidtV et Rufini in Manu in comitatu Tntntagnano. Berardo figlio di Rinaldo dalla sua sposa Teodosia ebbe in prole il celebrato cardinale e vescovo dei Marsi s.

Compiuti gli studii, fu destinato abate, sebbene in età giovani- le, da Desiderio cassinese, per comporre le dis- senzioni, ed a ristabilire la disciplina nel mona- stero stesso.

UghcUi vescovi vilveiut om. Dopo aver compiutamente discritto la suc- cessione del conte Berardo, figlio di Berardo se- niore, esaminiamo quella del conte Crescenzo nato dallo stesso Berardo seniore 3. Unto del Crescemliua de Turre. Gakirini vita di Cola di Rieoao. Lottano, terzo-genito del conte Trasmondo, fu tanto insigne nella dot- trina, che in età giovanile venne creato cardina- le del titolo di ss.

Di Pietro, che ha riportale i documenti della cattedrale di s. Tasto oe ritiiU ta dalle Cedi Wtteaiaali deOa cattedrale di a. Urhasi TI per mannoi Tranamundi acriniarii. Crocio Camerario pmao il Maratori. Annibaldo essendo stato distintamente stimato da Carlo I. Maria, detta in Aracoeli, ove tuttora si riconosce la di lui epi- grafe, c la scultura della sua imagine in abito di patrizio; sebbene i caratteri siano molto dan- neggiati dal tempo i.

LtrooNSto dd Myratoà anno tOit. Digitized by Google d 4 conte. Clcvoente deilo di CaMurio. V aoUmentc ropen dd P. Dal conte Trasmondo originarono i conti Altane , Trasmondo signore della città di Atessa 3 e Gualterio 4.

Martino 5 in villa Maina detta s. Veggasi Topera del P. Talché Trasmondo, figlio di Giuiherio sopradetto, e Trasmondo figlio del conte Tras- mondo, sono designati come baroni di parecchi fendi nel gran registro, che fu compilato 3 sotto il regno di Guglielmo II. Per seguire ora la serie genealogica esamineremo la linea del barone Altane di Tras- mondo, indi i suoi discendenti a.

Salvatore in Aso a di tre danari di moneta papicnse 3. Brandimarte ci assicura indubita- tamente, che i figli del barone Trasmondo pos- sedettero parecchi fendi nella sopradetta provin- cia. Benedetto in Albula, ed il suo discendente Ros- so Trasmondo barone di Lapedona pel suo rino- mato valore militare fu destinato castellano della città di Fermo nell' anno i dgo.

Angelo di Fontano presso Fermo, di cui Trasmondo è riconosciuto signore, bastante- mente dilegua P errore,- mai essendo appartenuti questi feudi alla famiglia predelta, ma a quella dei Trasmondi, che li possedettero unitamente a tanti altri ubicati nell'agro palmense, e nella pro- vincia di Asooli. Da indi in poi Trasmondo di Adone, il quale avea ricevu- to in dote dalla baronessa Rita il castello di col- 1 Open ddrah. Andrttnionelli, e Centnlamessa alotia aacolana. Giorgio, e legato della s.

Il favo- re, che le armi di Alfonso di Aragona sembra- rono ottenere presso i feudatari! Digitized by Google i. An- tonio e Gaspare de Trasmundis aderendo sempre al partito aragonese, ed in ispecial modo agli Ao quaviva i duchi di Atri, ottennero la conferma dei feudi.

Giovanni-Antonio, di cui si ragionerà in seguito, non potè rappre- sentare cotesti titoli per essere assente, e presso il cardinale Giulio de' Medici, del quale fu inu- mo amico. Storia di Sulmona delTavr.

De Sanctia Napoli Le virtù, che segnalarono il barone Gio. I Icudi, c le dignità godute da queata famigtia poatooo oaacrvirm dalle opm del Barotii.

Uomiiù iOuatri di SuIimmu, cd Origlia di- aio: Essendo dimostrato dalle inalterabili testi- Bionianze dei registri, essere soltanto derivata suc- cessione dai baroni Gio. Tal carica batta a conoscere il eredito, ehcpel lodalo soggetto il papa ntUrik-n. Di Firtro Del fai. Di Piciro foL Allora fu, che il principe GIo. In fatti nell' anno i66a o iG6S in oc- casione della pubblica solenne pompa, detta la cavalcata dei spagnuoli, per esibire la chinea al poniefire Alessandro VII, il prenominato principe a maggiore decorazione fu accompagnato dai di- stintissimi signori Cbaldini, degli Alti, Orsini, Borghese, Petroni, Pacelli, Rartucci, Sforza, Cenci, e Trasmondo li.

Digitized by Ccjogic 1 più raggaardevoli patrizi! Originarono dal barone Gio. Il terzo soltanto di essi ebbe successione; poiché dal primogenito venne a lu- ce un unico tiglio, che nel fiore degli anni ve- stendo il sagro abito del serafico patriarca, assun- se il nome di Anastasio, e dopo percorsi i studi!

Camillo Vincenzo prenominato attese agli studi! Feda eetestki tiiemte dal cavaficre Giaeeppe dd Uneà Twininaitn ie Rs mmm ifiàe.

Cerimira de Rona seBe memorie alorkhe foLt AiD, l'altra iacriaioue tullora eùitentc. Per compiere quanto ha rapporto alla linea di Roma, fa d'uopo conoscere, che da Gio. Eigli fu padre a di Gio. Reso privo della consorte, congiunsesi con la ba- ronessa Innocenza DePetrisj da cui ebbe in prole tre figli, ed una figlia 3. Nella più tenera etù vesti egli il sagro abito di s.

Credimus sanctissimae patemitati vestrae non Intere, qualiter propter Dei amorem vel reteren- tiam s. At ubi per praecepti nos- tri firmitatem locum ipsum yen. Faroaldus dux longobardorum Extat in mss. Luceri presbyter et abbas, donamus Mque concedimos in monasterio s. Getulii ubi ipsius corpus raquiescir, ad melio- Digitized. Audclisium sanctisslmum episco- pum in matricula praecipiinus scribi.

Datum iussiouis o palazzo del comando mense maii per ind. Vili, sub Scaptolfo Gastal- dio, quod vero praeceptum ego Theodoaldus no- thariiis ex iussione domini mei iam dicti ducis, et ex dicto Hilderici Sculdoris scripsi.

XV mense septembris die lUI. Ut cum domini adiutoiio snscipere debeant a supradicto Palum- bo ven. HerasmI, cun- ctaque eins congregatione servorum Dei sicut, et snsceperunt conductionis titulo idesl fundum qm appcllatur ad seplem arbores cum casis et vineis in integro ecc. Actonis comitis et fiiiis, et nepotibus tuis usque in tertiam tuam generationem legitti- mam idest res iuris s. Ego Giso notarius et iudes scripsi anno ab incarn. Temporibus do- mini Transmundi ducis et marchionis.

Aclum in Gapna feiiciter. Questo istromento di appodiazione unitamente alt altro del conte Trasmondo figlio dello stipolante con- te Attooe si riferisce nelV opera del Muratori rer. Ab incarnatione Domini N. Ego TYansmttndus Comes fil. Ego Giso rogatus a suprascripto misso die MKI. Questo interessantissimo documento si riferisce interamente dal chiarissimo Muratori nel tomo li, rer.

Da osso rilevanti quattro generaxioni della famiglia Tramando. Constat nos Oderisiwn comitem fil.

Alio idegno to tbe anger Ace. Love inflamed by breast for twenty one 3fears. Et alibi, anso DCCill iodku- I. At ubi per praecepti nos- tri firmitatem locum ipsum yen. Dir pocea, to''di me quel che tu puoL Idem.

2 thoughts on “Coq nul travesti dominatrice”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *